La politica nei giorni d’oggi. Destra o sinistra: è indifferente.

Valeria Vakhrusheva - 3V
gli studenti di oggi sono i futuri elettori

La politica è senz’altro un argomento di un’importanza rilevante, ma che apre molti dibattiti tra i cittadini. Prima di parlare della politica globale, concentriamoci un attimo sul nostro paese. Ma in Italia, effettivamente, che cosa sta succedendo? È meglio la destra o la sinistra?

Noi non vi parleremo dei due punti di vista, ma di uno solo che è quello dei giovani. Gli studenti di oggi sono i futuri elettori (e alcuni di loro lo sono già), e sono coinvolti nella vita del nostro paese. Ed è qui che si apre il dibattito; ma non tra le diverse tipologie dei partiti, bensì tra il “mi interessa conoscere per decidere” e tra il “non me ne frega niente”. Quest’ultima affermazione, purtroppo, è molto più frequente di quanto si possa immaginare. Paradossalmente è spinta dall’idea che “tanto non cambia nulla”, ma è qui che si trova la trappola.

Per parlarne meglio, abbiamo deciso di intervistare i nostri studenti del Cesaris e chiedere la loro opinione al riguardo.

In effetti, ci rendiamo conto dell’importanza dei voti di ciascuno di noi? Ne parleremo nella prossima uscita del 10 aprile.