Main content

I giovani e l'informazione

Gli studenti della classe 3 V. nell’ambito del progetto “Il quotidiano in classe”, hanno deciso di predisporre un breve questionario per svolgere un’indagine al loro interno  sul rapporto con l’informazione.
Il questionario, riportato alla fine dell’articolo,è stato predisposto da un gruppo di studenti  e comprende 10 domande: 8 con risposte a scelta  multipla e 2 risposta breve. I risultati sono stati poi raccolti,sintetizzati e discussi in classe.
I dati emersi,anche se riguardano un piccolo campione,  ci sono sembrati interessanti e significativi. La grande maggioranza delle famiglie degli studenti (70%) settimanalmente non acquista neppure un quotidiano o al massimo uno (33%), mentre solo il 20% ne acquista piu’ di quattro.  La maggioranza dei ragazzi assiste solo a volte a un telegiornale e solo il 30% spesso e con regolarità, da cio’ si deduce che a casa sono poco stimolati e solllecitati a seguire gli avvenimenti e a essere informati sui temi principali dell’attualità in cui viviamo,nonostante l’80%  dichiari di essere abbastanza interessato agli eventi che accadono nel mondo.
Gli smartphone  vengono comunque usati da una maggioranza degli studenti (60%) anche come fonti di informazione,accanto a computer e tablet (30%), la maggioranza ritiene che siano abbastanza affidabili (51%) ma molti pensano invece che lo siano poco (45%) e pochi partecipano a gruppi di discussione (solo il 20% ha risposto “a volte” mentre l’80% “mai o raramente”.
Per quanto riguarda la domanda sul ruolo della scuola nel contribuire a informare sugli avvenimenti d’attualità, la classe  è divisa tra una stretta maggioranza (52%) che pensa contribuisca poco e un 48% che ha risposto “abbastanza” .
Gli argomenti che gli studenti vorrebbero approfondire a scuola sono:politica,terrorismo e violenza mentre quelli piu’”gettonati” quando leggono un quotidiano riguardano la cronaca,lo sport ,scienza\ e tecnologie.
Riportiamo di seguito il questionario e invitiamo la redazione del giornalino a diffonderlo in altre classi.