Main content

Anno scolastico 2014/2015

Votiamo con la testa!

Tra poco saremo chiamati a scegliere i nostri rappresentanti. Studenti che vogliono impegnarsi per tutti noi, dando voce ai nostri bisogni e alle nostre esigenze, pronti ad assumersi il delicato, ma importante compito di essere parte del Consiglio d’Istituto per un intero anno: siederanno al tavolo con il Dirigente Scolastico,  i rappresentanti dei docenti, il personale ATA e i genitori per discutere di tutto ciò che riguarda la vita della scuola.

Read more...

BAU BAU CESARIS

Caro Istituto Cesaris,
grazie per questi cinque anni. Anni duri, anni stressanti, anzi, come ci hai insegnato “di studio matto e disperatissimo”.
Ci hai occupato minuti, ore, giorni, settimane, anni!

Read more...

Expo... un'esperienza da vivere

Avevo un forte interesse e curiosità verso l'Expo, inaugurata più di un mese fa a Milano. Ma sembrava impossibile andarci, dato che i miei insegnanti hanno ritenuto che fosse meglio portare all'Expo solamente le classi del biennio...così io ho deciso di intrufolarmici in compagnia della classe  quinta H dell'istituto Bassi di Lodi, perché  convinta che sia un' esposizione che non si possa non visitare.
Per chi non lo sapesse Expo significa esposizione universale e, dal 1756, si tiene oggi cinque anni, incentrata sempre su un tema diverso: proprio perchè quest'anno è in Italia, quale tema migliore se non l'alimentazione?
Devo ammettere che l'Expo, per quanto interessante, si è rivelato inferiore  alle mie aspettative. Mi immaginavo che 
ci fossero in ogni padiglione un sacco di assaggi di piatti tipici... Ma il mio sogno, forse un po' infantile, si è frantumato e l'unica cosa che ho ottenuto é stato un cioccolatino della Lindt.
Il giorno della mia visita, una parte dei padiglioni era ancora inesistente, ma ogni stato ha interpretato  differentemente il concetto di expo: alcuni come Cina, Corea,  Thailandia, Vietnam, Qatar, Romania, Argentina e Colombia hanno dato più importanza alla presentazione del proprio Paese in generale, senza esaltare il tema fondamentale, mentre il Giappone ha proposto il ristorante del futuro, dove i camerieri prenderanno le ordinazioni su sedie che si muovono da sole. La Svizzera,  invece, ci ha indotto a riflettere sulla scarsità di cibo che si potrebbe verificare negli anni futuri a causa dell' aumento della popolazione mondiale, ponendo ciascun visitatore davanti  alla scelta di prendere il cibo proposto, oppure lasciarlo agli altri:  le scorte, una volta esaurite,  non saranno  rinnovate. Il Brasile invita i visitatori ad arrampicarsi su una rete posta sopra una serie di coltivazioni tipiche che si potranno osservare meglio una volta scesi. L'allestimento dei padiglioni dei Paesi europei e dell'America è stato deludente: non mi era chiaro cosa volessero presentare.

IL NOSTRO PONZO

Al Termine della 5 a Marcia del Cesaris, a sorpresa, studenti, ex studenti dell'Istituto e professori hanno reso omaggio alla carriera del professor Ponzinibbi con una festa in onore del Suo pensionamento.

Read more...

ARRIVEDERCI PROFESSOR VILLA!

Dopo tanti anni di insegnamento il nostro professor Villa, insegnante di Disegno e Storia dell'arte, va in pensione. Durante un'intervista di commiato ha riassunto in questo modo l'esperienza all'interno della nostra scuola:<<Ho iniziato a lavorare al Cesaris nel 1987, ma non è stato il mio primo lavoro: prima ho lavorato in un'industria privata e come libero professionista.

Read more...