Un saluto da historytime

L’anno scolastico è vicino al concludersi così come questa rubrica del nostro amato giornalino, così abbiamo deciso di parlare di due grandi avvenimenti che hanno segnato la nostra storia.
A quasi 90 anni dalla sua nascita avvenuta il 12 giugno 1929, Anna Frank rimane un’importante punto di riferimento per capire la sofferenza delle persone durante il periodo dell’olocausto. Anna scrisse quel famoso diario con l’intento di esprimere i propri pensieri e di raccontare la propria vita, raccontando anche di vicende storiche accadute all’epoca. Anna Frank, come tutti i ragazzi e le ragazze, aveva sogni come il diventare una scrittrice, provava amore, e avrebbe potuto vivere una vita fantastica, ma, a causa di un folle dittatore, finì uccisa insieme alle oltre 70 mila persone nel campo di concentramento di Bergen-Belsen. Un’altra vita stroncata per colpa di una pazza e ingiusta politica antisemita. In suo ricordo è stato creato un museo con la sua vecchia casa, ed è stato dedicato un giardino nella città di Parigi col suo nome.
L’altro avvenimento che ricordiamo è il conseguimento della prima laurea ottenuta da una donna, si tratta di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia. Nel 1678, all’età di 32 anni riuscì a laurearsi in filosofia allo Studio di Padova; grazie alla sua ampia cultura riguardo la filosofia, la teologia, la giurisprudenza, il latino, il greco ed altre materie divenne noto il suo nome in tutt’Italia e persino all’estero, dove alcuni importanti figure la accolsero e la considerarono un personaggio celebre d’Italia.