“Lettura? Una finestra sul mondo”

È così che Laura Rossi, filologa ed editrice ha definito la lettura, “una finestra sul mondo che da quella curiosità che nient’altro potrebbe dare in egual misura”.

Nel suo primo incontro in una scuola, ha parlato della storia del libro e della scrittura, puntualizzandosi sul manoscritto, considerandolo come oggetto peculiare.

Ha esposto il lavoro del filologo che consiste nella “ricreazione” di testi antichi, spiegando le modalità di scrittura, le abbreviazioni usate e gli errori che permettono ai filologi di rintracciare i manoscritti “fratelli” e di riscrivere con accuratezza il testo originale.

Non si annoia?

“Assolutamente no, per questo lavoro, come in tutti serve passione con la “P” maiuscola, tanto amore per la lettura e la capacità di trarre piacere dalla carta sotto le dite mentre cambi pagina, una sensazione unica.”

Quest’ultima affermazione l’hanno appoggiata anche gli studenti presenti, paragonando la lettura sul digitale, con la lettura cartacea. Tutti hanno concordato sul fatto che il digitale non sarà mai comparabile con il libro, dove il profumo di carta e il gesto del “sfogliare” mantengono l’attenzione su una realtà alternativa.

È con la vittoria del libro che si è concluso l’incontro del 22 Marzo con la filologa Laura Rossi.

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on reddit
Reddit
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ACCEDI