Nadia Murad: premio Nobel per la pace 2018

Esattamente un anno fa, si sono svolte le assegnazioni del Nobel della pace.

Nel 2018 vinto da Nadia Murad Basee.


Nadia nasce in un piccolo villaggio nel nord dell’Iraq, da una famiglia di contadini.
Nel agosto del 2014, degli uomini dell’ISIS arrivano nel suo villaggio. Quando avviene questa incursione lei ha solo 21 anni ed è costretta ad assistere all’uccisione di 600 persone, tra cui i suoi 6 fratelli. Lei, invece, viene rapita, per essere venduta come schiava sessuale. Viene portata come prigioniera nella città di Mosul, dove viene picchiata, torturata e stuprata dagli stessi uomini che hanno ucciso la sua famiglia.
Nel novembre dello stesso anno però Nadia riesce a scappare grazie alla disattenzione di uno dei suoi carcerieri.
Da allora si batte come attivista per tutte le donne come lei, contro l’ISIS e altre organizzazioni criminali, contro il traffico di esseri umani e lo sfruttamento di ogni genere esso si tratti.
Viaggia come ambasciatrice ONU per raccontare la sua triste e sfortunata storia e sensibilizzare non solo il popolo, ma soprattutto i capi di stato.


Persone come lei sono importantissime per noi e per i nostri diritti. Se non rimaniamo nell’ignoranza e la verità ci viene portata sotto gli occhi è difficile fare finta di niente e nascondere i problemi come si fa con la polvere sotto il tappeto.
Grazie a persone come lei che, nel passato hanno combattuto e nel presente stanno combattendo, nessuno avrebbe la libertà che abbiamo oggi, ma che purtroppo non ancora tutti hanno la fortuna di avere o peggio ancora ignorano di averle come se non valessero poi così tanto.
L’informazione combatte l’ignoranza e sapere protegge noi e la nostra libertà.

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on reddit
Reddit
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ACCEDI