Riflessioni di fine anno

E siamo arrivati all’8 giugno dell’anno scolastico piu’ strano che abbia mai vissuto nella mia professione.Un anno con cinque mesi in “presenza”e quattro in “didattica a distanza”. Era strano al mattino uscire dalla camera, scendere le scale e ritrovarmi in cucina pronta ad entrare nelle case dei miei studenti cosi lontani.
Chi mi conosce sa benissimo che mi piace entrare in classe anticipata da un sorriso. Chiedere subito se tutti sono sereni e poi coinvolgerli nelle “pieghe”della mia disciplina facendogliela vivere. Anche il mio modo di approcciarmi con una battuta con un gesto spiritoso si e’ spento piano piano soffocato da un video che permetteva di vederci ma toglieva ogni umanita’. Io non ho mai voluto le classi di piccoli robot e ho vissuto lo stesso disagio con i miei ragazzi del Giornalino. Ci sono mancati i nostri incontri, frettolosi ma proficui, nei corridoi; le nostre perplessità’ stemperate in un caffè’…Le nostre riunioni di redazione anticipate da un pasto conviviale che metteva in evidenza noi stessi…
Ce l’abbiamo fatta comunque, siamo arrivati a fine anno e un saluto caloroso e’per tutti i miei studenti e soprattutto coloro che a settembre”varcheranno” il triennio e quindi faranno un salto ulteriore nella loro carriera scolastica.
Un altro saluto ai miei fantastici ragazzi del Giornalino che sono stati vicini a tutto il Cesaris scrivendo tutti i giorni di chiusura della scuola. Un Giornalino quotidiano, chi l’avrebbe detto!
Con tanta commozione saluto due dei miei venti redattori che ho visto crescere e che affronteranno la maturità’: Andrea e Davide. Sono stata la loro docente in seconda quando arrivai al Cesaris quattro anni fa. Poi abbiamo iniziato insieme l’avventura del Giornalino.
Anche in questo contesto hanno dato il meglio di se’: sono stati il mio braccio destro e sinistro.

Davide ha avuto pazienza se a volte tecnologicamente non ero alla sua altezza. Andrea si e’impegnato nella parte burocratica nella quale mi perdevo causa altri impegni. Loro ci sono sempre stati!!!
Mi sale la commozione ma mi consolano due aspetti: l’uno che saranno grandi e in gamba nella nuova avventura che li aspetta dopo il diploma. L’altro che la famiglia del Giornalino sara’ qua al mio fianco, ricordando sempre che l’impegno e la serietà’ fanno nascere e crescere grandi progetti.
Seguite sempre il nostro Giornalino che vi accompagnerà’ anche nei mesi estivi con delle novità’.
Buona estate a tutti!!!

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on reddit
Reddit
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ACCEDI