Saluti della redazione

Cari lettori,

anche quest’anno è giunto al termine. Certamente sarebbe potuto andare meglio, ma purtroppo è successo quanto è successo e non abbiamo potuto viverlo come si deve. Molti studenti di quinta non hanno potuto vivere l’ultimo anno come si è sempre fatto e questo è molto triste perché il nostro percorso si è in qualche modo interrotto a febbraio. 

Dobbiamo però essere fieri di quello che siamo riusciti a fare. Studiare con la didattica a distanza non è semplice, ci sono tante distrazioni in casa che magari ti distolgono dallo studio. La scuola ha perso inoltre il valore sociale, non abbiamo potuto vedere i nostri amici né lì e tanto meno fuori. 

Non ci siamo lasciati abbattere però. Abbiamo reagito e abbiamo dimostrato che non siamo così sprovveduti come molti pensavano. Abbiamo fatto lezione dietro uno schermo e abbiamo incontrato i nostri amici dietro uno schermo. Possiamo dire che se non siamo impazziti in questo periodo vuol dire che ce l’abbiamo fatta. 

Non abbiamo interrotto i progetti, anche quelli adattati per poter essere fatti in modalità agevole (agevole mica tanto, ma si usa dire così…). In particolare questo nostro progetto, che è un pò il nostro bambino, quest’anno si è trasformato in un quotidiano per stare più vicini che potevamo agli studenti. Questo ci è costato tanta fatica, soprattutto quando alle 11 non avevamo ancora pronti gli articoli da pubblicare alle 13.35. Nemmeno questo però ci ha fatto demordere e fino a maggio abbiamo continuato, scrivendo all’ultimo minuto e di fretta, ma non abbiamo mai saltato un’edizione. Siamo stati ripagati per il nostro impegno: abbiamo vinto il concorso per giornalini scolastici indetto dall’ordine dei giornalisti di Roma!

Il giornalino non è stato l’unico a non fermarsi: il progetto “Aiuto allo Studio”, i progetti di lingue, il progetto ECDL (per il quale sono stati fatti anche esami online), le commissioni studentesche e così anche altri. 

Abbiamo cercato di fare del Cesaris una seconda casa e delle persone che di solito ci stanno dentro una famiglia, anche se a distanza. 

Ci siamo impegnati affinché questo progetto fosse il migliore possibile e speriamo di aver soddisfatto le vostre aspettative.Vi auguriamo una buona estate e attendiamo di rivedervi l’anno prossimo qui sul nostro sito!

La redazione

P.s. ricordatevi di passare ogni tanto: pubblicheremo dei test in cui potrete cimentarvi!

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on reddit
Reddit
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ACCEDI