Sfatiamo gli stereotipi sul AIDS

In occasione della giornata mondiale contro l’AIDS ( il primo dicembre ) si è presentata l’occasione perfetta per sfatare miti e stereotipi che spesso accompagnano questa malattia. Molti ne parlano e noi non saremo da meno. L’AIDS è una malattia del sistema immunitario umano causata dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV), questo si trasmette attraverso rapporti sessuali, trasfusioni di sangue contaminato, aghi ipodermici e attraverso l’allattamento al seno. Si stima che l’HIV abbia avuto origine in Africa centro-occidentale nel corso del ventesimo secolo. L’AIDS fu identificato nel 1981 e nel 1983 si identificò L’HIV come sua causa. Ad oggi si è capito che una persona con l’ HIV non è per forza affetta dalla sindrome, è il virus a causare la sindrome del AIDS. Può colpire chiunque indipendentemente da etnia, sesso o abitudini sessuali e non porta cambiamenti visibili al portatore, niente pelle pallida o aspetto malato come molti credono, non è possibile riconoscere un ” affetto ” da HIV.

Nel nostro paese persistono vecchi pregiudizi infondati che ostacolano la cura e prevenzione del virus, oltre ad alimentare discriminazioni. Molti per orgoglio o ignoranza si rifiutano di effettuare il test necessario per iniziare un trattamento che non solo permette una vita normale ma annullerebbe quasi del tutto la trasmissione del virus. I farmaci che permettono il trattamento sono però molto costosi e non disponibili in tutti i paesi. Gli affetti da HIV sono persone normali che devono convivere con il virus, non devono esser eliminate né tanto meno combattute. Una persona non è un virus o una sindrome, ma vive con esso, i malati di AIDS non devono più sentirsi emarginati. Le costanti discriminazioni, accuse d’esser diversi, anormali minano alla loro salute mentale compromettendo anche quella fisica ed allontano i possibili affetti dal test. Se tutti noi ci impegnassimo in piccoli cambiamenti comportamentali potremmo sconfiggere lo stigma del AIDS e prevenire il virus stesso, partendo dal semplice uso di un preservativo e un test del sangue o della saliva. Fermiamo i pregiudizi, diffondiamo la verità.

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email
Share on reddit
Reddit
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ACCEDI